I dipinti Capricci architettonici, Vedute

Capricci architettonici, Vedute
Scuola dell’Italia centrale, secoli XVII-XV

Tra i generi pittorici che hanno goduto di maggior successo e diffusione tra Seicento e Ottocento va certamente annoverata la veduta, nelle sue molteplici declinazioni, varianti e sottogeneri, e che raggiunse proprio nel Settecento gli esiti più felici nella sintesi di realismo documentario e di fantasia narrativa. La diffusione della veduta realistica in Italia coincise con l’arrivo a Roma nel 1675 dell’olandese Gaspard...

I dipinti Paesaggi con figure

Paesaggi con figure
secoli XVII-XVIII

La pittura di paesaggio, contemporaneamente ad altre specialità pittoriche come la natura morta, comincia ad affermarsi come genere autonomo nei primi anni del Seicento, pur mantenendo tuttavia fino a tutto il Settecento la connotazione di ‘genere minore’. Proprio in alcune opere di Annibale Carracci e del Domenichino dei primi anni del secolo, il paesaggio si affranca progressivamente, perdendo il carattere di elemento subordinato...

I dipinti Ritratti

Ritratti
scuola marchigiana,secoli XVII-XVIII

Tra i ritratti selezionati dalle ricchi collezione dei Musei Civici se ne segnalano in particolare alcuni raffiguranti illustri personaggi pesaresi e marchigiani che ricoprirono cariche di prestigio in ambito ecclesiastico e politico.Di anonimo pittore dell’Italia centrale è il Ritratto del cardinale Fabio degli Abbati Olivieri (Pesaro, 1658 - Roma, 1738), identificabile dall’iscrizione presente nella missiva che reca...

I dipinti Copie da artisti emiliani

Copie da artisti emiliani
anonimi artisti, XVII sec.

Tra le numerose copie antiche tratte da dipinti celebri presenti nelle collezioni della marchesa Vittoria Toschi Mosca si espongono due tele derivate da noti prototipi di pittori emiliani, i quali vantano nel corso del ‘600-‘700 una significativa presenza in territorio marchigiano, non solo per ovvie ragioni di confini geografici, ma anche per le vicende legate alla committenza artistica. La proliferazione delle copie e delle...

I dipinti Giovanni Francesco Mingucci

Giovanni Francesco Mingucci
Pesaro, prima metà del XVII sec.

Giovanni Francesco Mingucci pittore naturalista, scenografo e cartografo, del quale non possediamo notizie biografiche particolareggiate, è ricordato dallo storiografo bolognese Carlo Cesare Malvasia (1678) tra i collaboratori di Giovanni Lanfranco nella decorazione della cupola di Sant’Andrea della Valle a Roma (1621). I cronisti contemporanei dell’artista menzionano inoltre la sua partecipazione alla realizzazione dei perduti apparati...

I dipinti Giannandrea Lazzarini

Giannandrea Lazzarini
Pesaro, 1710-1801

L’abate Giannandrea Lazzarini pittore, architetto, teorico dell’arte, critico, poeta e teologo, esemplare incarnazione dell’erudito settecentesco, fu tra i più brillanti animatori della vita culturale pesarese, tanto da meritarsi l’ammirazione incondizionata di uno storiografo della levatura di Luigi Lanzi (Storia Pittorica, 1809), non solo come pittore, ma come critico tra i più accreditati: «Buon poeta e prosatore, e...

Orario:

Ingresso gratuito su prenotazione.

Telefono: +39.0721.3831
Fax: +39.0721.65022

Confindustria
Pesaro Urbino
Palazzo Ciacchi
Via Cattaneo, 34
61121 Pesaro
C.F. 80005890415